Il Bando

PREMIO ARMANDO PICCINI
Heritage for the Future

Concorso di Oreficeria e Design del Gioiello

Fratelli Piccini Gioiellieri - Firenze

II° Edizione

 

1. PREMESSA

Elisa Tozzi Piccini, CEO di Fratelli Piccini, storica Maison fiorentina di alta gioielleria, è lieta di annunciare la seconda edizione del Premio “Armando Piccini - Heritage for the Future” nato per valorizzare l’eccellenza del fatto su misura e il lavoro dei giovani appassionati di design, oreficeria e gioielleria.

Il premio “Armando Piccini - Heritage for the Future” è realizzato in collaborazione con il Master in Design dell’Accessorio (MAD) presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano e con il supporto di Associazione OMA - Osservatorio dei Mestieri d’Arte.

Il Premio è riservato agli studenti del Master in Design dell’Accessorio (MAD) del Politecnico di Milano (novembre 2019 - 2020).

2. TEMA del PREMIO

Il tema è incentrato sulla reinterpretazione di un gioiello di Armano Piccini, talentuoso e pluripremiato artista della famiglia che, a soli ventitré anni, si aggiudicò il primo premio alla “Biennale di Venezia” del 1936 con quattordici gemme incise a mano - dal 1993 in esposizione permanente presso il Museo “Il Tesoro dei Granduchi” a Palazzo Pitti - e successivamente due International Diamond Award a New York nel 1958 e a Buenos Aires nel 1959.

Il candidato è chiamato a reinterpretare il “Cavalluccio Marino”, soggetto ispiratore di alcune creazioni di Armando Piccini e raffigurato anche nell’immagine istituzionale e nel logo della Maison.

3. FINALITÀ del PREMIO

Il Premio costituisce un’opportunità di visibilità per i giovani, che potranno dimostrare la loro creatività e la propria identità artistica attraverso il disegno di un gioiello che rappresenti un perfetto equilibrio tra stile e vestibilità e tra design e manifattura.

4. CRITERI DI AMMISSIONE

Sono ammessi a partecipare al Premio gli studenti del Master in Design dell’Accessorio (MAD) del Politecnico di Milano (novembre 2019 - 2020).

Il candidato dovrà presentare il proprio elaborato allegando i moduli:

  • Curriculum Vitae e breve presentazione personale
  • Descrizione dell’idea creativa (minimo 1500 caratteri)
  • Lettera di motivazione
  • Scheda tecnica del gioiello con indicate le seguenti informazioni:
    1. Tipologia di gioiello (anello, bracciale, orecchini, spilla, collana, pendente, ecc.)
    2. Materiali da utilizzare
    3. Pietre da utilizzare (tipologia, carati o peso in grammi, ecc.)
    4. Tecniche di lavorazione
    5. Tecniche di decorazione se previste nel progetto (ad es.: smalto, incisione, patina, colorazioni, sabbiatura, altro)
    6. Dimensioni in mm (altezza, larghezza, profondità)

Immediatamente dopo la consegna di tutti i disegni e dei moduli di cui sopra, la Giuria selezionerà i vincitori del Premio.

La partecipazione al Premio è subordinata all’accettazione, senza riserve, del presente Bando, nonché alla sottoscrizione, per accettazione, della relativa liberatoria, che saranno consegnati agli studenti prima dell’inizio del Premio.

5. CONSEGNA ELABORATI

Dal 17 al 21 febbraio 2020 gli studenti partecipanti lavoreranno al tema del Premio e potranno presentare alla Giuria i loro disegni entro il 21 febbraio 2020 alle ore 14.00.

6. TIPOLOGIE DI PRODOTTO, MATERIALI e RESPONSABILITÀ

Le tipologie di prodotto ammesse sono anelli, bracciali, orecchini, spille, collane e pendenti.

Gli elaborati potranno prevedere sia materiali della gioielleria tradizionale che materiali alternativi e innovativi.

Il disegno dovrà essere originale. I partecipanti saranno tenuti a dichiarare in forma scritta che si tratta di opere di ingegno creativo eseguite da loro stessi e, comunque, di loro esclusiva proprietà. I partecipanti saranno gli unici responsabili di eventuali violazioni di diritti di proprietà intellettuale altrui, impegnandosi pertanto a manlevare e tenere indenne Fratelli Piccini in caso di pretese avanzate da terzi. Nel caso di evidenti violazioni si procederà alla immediata esclusione del disegno dal Premio.

7. GIURIA e SELEZIONE - CRITERI DI VALUTAZIONE DEI DISEGNI

I disegni dei partecipanti saranno valutati da una giuria tecnica composta da sette membri esperti in design e gioielleria, di seguito elencati:

  • Sig.ra Alba Cappellieri: Professore Ordinario di Design del Gioiello e dell'Accessorio al Politecnico di Milano, Direttore del Museo del Gioiello di Vicenza.
  • Sig. Andrea Cavicchi: Imprenditore Tessile, Presidente CID, Coordinatore Club dei 15 di Confindustria.
  • Sig.ra Chiara Vanzetto: Collaboratrice Corriere della Sera Milano.
  • Sig.ra Elisa Tozzi Piccini: Gemmologa diplomata al Gemological Institute of America (GIA) e C.E.O. della Maison Fratelli Piccini.
  • Sig. Ivan Perini: Freelance Senior Buyer di Alta Gioielleria, Consulente nel Settore dell’Alta Gioielleria, Consulenza in Progetti Digitali, Talent Scout.
  • Sig.ra Laura Inghirami: Fondatrice e Direttrice Creativa Donna Jewel.
  • Sig.ra Livia Tenuta: Dottoranda e Assistente Professore presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano.

I disegni dovranno distinguersi per creatività, abilità tecnica, identità, stile e vestibilità. Le decisioni della Giuria per l’assegnazione dei premi sono insindacabili e inappellabili.

8. PREMI

Il primo classificato ha diritto, sia a titolo di corrispettivo per la prestazione d’opera sia a titolo di riconoscimento del merito personale, al seguente premio:

  • Tirocinio extracurriculare in Oreficeria presso il laboratorio orafo della Maison Fratelli Piccini;

Premio Speciale Elisa Tozzi Piccini: un ulteriore premio speciale sarà assegnato, sia a titolo di corrispettivo per la prestazione d’opera sia a titolo di riconoscimento del merito personale, al partecipante italiano ritenuto più meritevole. Il premio speciale consiste in:

  • Tirocinio extracurriculare in Oreficeria presso il laboratorio orafo della Maison Fratelli Piccini;

La durata dei tirocini extracurriculari formativi è di tre mesi consecutivi e non si svolgeranno in contemporanea.

Non è consentito il cambiamento del percorso formativo indicato (tirocinio extracurriculare in oreficeria) a meno che l’azienda ospitante, in questo caso Fratelli Piccini Gioiellieri SpA, non lo approvi espressamente in forma scritta.

I vincitori dovranno garantire la loro presenza presso il laboratorio orafo durante l’orario di apertura (pausa pranzo 1 ora); i periodi di rispettivo svolgimento dei tirocini extracurriculari dovranno essere concordati tra i vincitori e il laboratorio orafo. Qualora i vincitori non possano, per loro motivi, prendervi parte, rinunceranno al premio e nessuna pretesa, neppure economica, potrà quindi essere avanzata nei confronti degli organizzatori del Premio e del laboratorio orafo.

9. PROPRIETÀ ED ALTRI DIRITTI

La proprietà dei disegni, della descrizione dell’idea creativa e della scheda tecnica del gioiello resterà in capo a Fratelli Piccini.

Tutti i candidati concedono gratuitamente a Fratelli Piccini il diritto di pubblicare, nelle forme e nei modi ritenuti più opportuni, le opere concorrenti, per la pubblicizzazione e promozione del Premio e comunque della Maison nell’ambito della sua attività generale e/o in caso di organizzazione di altri eventi quali, a titolo esemplificativo: concorsi, mostre, vetrine, allestimenti vari, ecc.

Gli elaborati, i moduli di partecipazione e la documentazione richiesta per la partecipazione al Premio non saranno restituiti.

10. PUBBLICIZZAZIONE DEL PREMIO e PREMIAZIONE

Il Premio sarà presentato tramite il sito ufficiale del Premio stesso ed i social network di Fratelli Piccini, del Politecnico di Milano e di OMA - Osservatorio dei Mestieri dell’Arte e attraverso le attività dell'ufficio stampa Fratelli Piccini e di OMA.

La proclamazione e la premiazione del primo classificato e del vincitore del premio speciale si terranno nella terrazza adiacente all'atelier della Maison Fratelli Piccini sul Ponte Vecchio, il giorno giovedì 7 maggio alle ore 19.00.

11. GRATUITÀ

La partecipazione al Premio è gratuita.

12. CONTROVERSIE

Tutte le eventuali controversie promosse da e/o nei confronti della Maison Fratelli Piccini in relazione al presente Bando e/o agli atti connessi e consequenziali alla procedura del Premio saranno rimesse alla competenza esclusiva del Tribunale di Firenze, con esclusione di qualsiasi altro Foro.

 

Firenze, 3 Febbraio 2020